Trieste e il Carso, orti e giardini botanici
12 Aprile 2024
Trieste e il Carso, orti e giardini botanici
12 Aprile 2024

TRIESTE IN BREVE: ITINERARIO LOW COST PERFETTO PER SCOPRIRE IL CENTRO CITTÀ IN POCHE ORE

Hai prenotato in ostello per partecipare a un impegno di lavoro o studio a Trieste e hai qualche ora prima di ripartire: ecco cosa vedere in poco tempo e con un low budget nella piccola Vienna sul mare

La prima meta è Molo Audace.

Esci da Hotello, affacciati su via Valdirivo e svolta subito a destra verso “le rive”. Lascia Ponte Rosso alla tua sinistra, attraversa la strada e percorri il molo sino a raggiungere la rosa dei venti alla sua estremità a oltre 200 metri dalla riva: il colpo d’occhio dal Carso alla città vecchia è d’effetto.

Costo: gratis 

Piazza Unità d’Italia si spalanca sul mare, racchiusa dai palazzi Liberty delle Assicurazioni Generali, del Lloyd Triestino e del municipio: elegante salotto buono della città, è la “piazza grande” per i triestini. 

Costo: gratis 

Cavana, l’antico rione dei pescatori e dei marinai conduce al giardino che occupa per quasi 2100 mq il cuore di Piazza Hortis, dove incontrare alberi di pregio di origine esotica come ginko, magnolia, bagolaro e platano. 

Costo per leggere, riposare o guardarsi attorno da una delle panchine: gratis.

Sali lungo via Duca D’aosta, attraversa Largo Papa Giovanni e prosegui lungo via dell’Università fino ad incontrare la Salita al Promontorio. 

Il Museo della Bora, il Magazzino dei Venti, è uno spazio curioso per definizione dei fondatori, creato tutto attorno al vento che sferza Trieste. L’ingresso è gratuito con offerta libera, puoi prenotare qui la tua visita.

Riprendi via di Cavana, prosegui oltre l’incrocio con via Venezian e imbocca subito a destra via delle Mura. Sali lungo il vicolo fino all’Androna degli Orti: l’Arco di Riccardo è descritto da alcune fonti come una delle porte di Trieste, secondo altre testimonianze segnava l’accesso al santuario della Magna Mater, antica dea della Natura. 

Paghi soltanto se per osservare il sito archeologico ti siedi al tavolino di uno dei locali di Piazza Barbacan e ti prendi un aperitivo.

Prendi via della Cattedrale e sali per raggiungere il Castello (l’ingresso è gratuito la prima domenica del mese, le tariffe di ingresso sono in ogni caso contenute:  www.castellodisangiustotrieste.it) e la Cattedrale di San Giusto

Il panorama dall’alto vale il ciottolato sconnesso. 

Sei arrivato fino in cima, ti stai godendo la vista e ti rendi conto di avere ancora un paio d’ore a disposizione? 

Ti accompagniamo di nuovo fino alle rive del mare, in un luogo dalle atmosfere fiabesche: il Castello di Miramare. 

Raggiungi il Teatro Romano che si trova proprio ai piedi del Colle di San Giusto. Di fronte all’anfiteatro risalente al I secolo a.C., che al momento della sua costruzione si trovava sulle rive del mare, trovi una delle tante ciclostazioni BiTs: noleggia una delle bici del servizio di mobilità sostenibile del Comune di Trieste e imposta sul navigatore del tuo smartphone il percorso ciclabile per raggiungere V.le Miramare, 34151 Trieste TS. Troverai in loco gli stalli appositi del bike sharing: potrai comodamente lasciare la tua bici prima dell’ingresso per riprenderne un’altra una volta terminata la visita. Si può accedere agli interni del castello acquistando un biglietto dal costo contenuto, ma la passeggiata negli incantevoli giardini è gratuita. 

Al ritorno, ripercorsa la riviera di Barcola verso il centro città, potrai parcheggiare la tua bici presso una delle colonnine di Duca degli Abruzzi e solo in un paio di minuti a piedi potrai raggiungere nuovamente Hotello. 


Vedi disponibilità